Epica GRV

Epica GRV è un progetto di gioco di ruolo dal vivo dell'associazione a promozione sociale Epica.

24.11.2018

DALLE CRONACHE DELL’ARDAN DI MORSTAIRE MORGENSTEN DEI VIANDANTI DELL’IGNOTO
- Il seme della vendetta -

DALLE CRONACHE DELL’ARDAN DI MORSTAIRE MORGENSTEN DEI VIANDANTI DELL’IGNOTO   - Il seme della vendetta -

Ho pensato molto se scrivere questo racconto perché l’ultimo problema che gli Eroi degli Ardan hanno dovuto affrontare è stato colpa di due ex appartenenti della Gilda dei Viandanti dell’Ignoto: Lilian e Laurus. Scrivere di loro potrebbe in qualche modo portare cattiva pubblicità alla gilda e qualcuno lo potrebbe voler vedere come un modo di non lavare i panni sporchi in casa e spifferare i segreti della gilda. Chi mi conosce sa che già in passato ho dovuto affrontare accuse simili e ritrovarmi di nuovo in quella condizione non mi andava. Di contro ritengo che il ruolo di un buon storico sia riportare la storia così come è e inoltre ritengo che dobbiate conoscere la verità.
Ma veniamo a noi. 
Tutto è iniziato qualche mese fa, quando la foresta del Rintocco sembrava espandersi ad un ritmo stranamente veloce, inoltre dei treant aggressivi hanno cominciato ad uccidere i boscaioli.
Il Re ha quindi mandato a chiamare gli eroi dell’Ardan per risolvere anche questo problema. Nelle immediate vicinanze della Foresta del Rintocco sono stati avvistati degli zombie dei boscaioli morti nei giorni precedenti ed è stato un segno evidente che il problema non era solo la Foresta che cresceva ma qualcosa di legato alla Nebbia, dato che è lei stessa che rianima i non morti. 
Appena il tempo di fare questo ragionamento e i nostri eroi si son trovati davanti ad una Fey, che ha detto di chiamarsi Lilian, con dei viticci di color autunnale tutto intorno a lei che dopo aver chiesto se tra loro vi erano viandanti dell’ignoto li ha attaccati. Assieme a lei c’ erano anche dei treant con foglie di colore arancione che sembrava rispondessero ai suoi ordini. La battaglia è stata dura ma una volta abbattuta Lilian il suo corpo è sparito e al suo posto è nato un bellissimo fiore. Poco dopo dei treant con colori verdastri hanno cominciato come ad andare in pellegrinaggio al Fiore e sembrava volessero portargli omaggi. Uno dei treant in pellegrinaggio al fiore diceva di chiamarsi Salice e di essere il portavoce dei treant di Radici oscure della Foresta dei Sussuri e ha spiegato cosa è successo dal suo punto di vista.
In pratica quella che stava pregando era la figlia del suo dio, il grande Dio Albero, un astro che ascoltando le preghiere dei treant è caduto a Radici oscure diventando un astrolite a forma di albero. I treant hanno quindi potuto venerare un nuovo dio, fino a che un gruppo di persone hanno rubato due frutti dall’ albero e sono scappati verso l’Ardan.
I treant di Radici oscure quindi animati da rabbia hanno cominciato a seguirli per riprendersi il frutto del loro dio ma qui qualcosa è successo e in Lilian hanno cominciato a sentire l’essenza del loro dio. La hanno quindi riconosciuta come figlia del dio e malgrado non fossero d’ accordo con i suoi propositi erano obbligati a servirla, ma con la morte di Lilian ora loro erano nuovamente liberi di agire come meglio credevano.
Il loro scopo era riportare i frutti in patria ma essendo un frutto stato mangiato da Lilian questo risultava impossibile, per tanto volevano riportare Lilian, la figlia del loro dio, a Radici oscure ma prima avrebbero voluto tirare fuori il potere del loro dio da Lilian e rimetterlo in una pianta.
Il proposito di Salice però era diverso da quello che Laurus, fratello di Lilian, si proponeva. Laurus, che nel frattempo aveva raggiunto gli eroi ha finito di spiegare la storia dal suo punto di vista.
Dopo che lei, sua sorella e il gruppetto di esploratori dei Viandanti dell’ignoto avevano trovato i frutti dell’albero sacro, avevano scritto alla gilda per sapere cosa fare. A detta di Laurus a quelle missive non sono mai giunte risposte invece, al loro posto, pare che degli assassini si siano interessati al gruppo e abbiano cominciato ad ucciderli uno alla volta. Impauriti allora i pochi rimasti sono scappati da radici oscuri tornando verso l’Ardan ma così facendo si sono portati dietro i treant adirati del furto subito. Stando così tanto a contatto con il frutto sia Lilian che Laurus avevano cominciato a ottenere poteri particolari ma nonostante questo, la paura degli assassini e dei treant che li inseguivano fecero fare una sciocchezza Lilian e decise di mangiare il frutto. Subito dopo il suo corpo mutò e dei viticci arancioni crebbero intorno a lei, tuttavia non sapeva ancora controllare i suoi nuovi poteri e si propose di aiutarla una nostra vecchia conoscenza: Shin Tamar. Shin Tamar propose a Lilian il suo aiuto per controllare i poteri e Lilian accettò. Questo la fece discutere con suo fratello Laurus che invece odiava la Verità. Shin Tamar era convinto che se avesse fornito a Lilian il giusto cristallo e che con il rituale di elevazione demoniaca avrebbe avuto un demone con poteri dati da un astrolite che avrebbe potuto sfruttare per i suoi scopi. Durante il rito però qualcosa è andato storto e Lilian è morta, salvo poi tornare qualche giorno dopo ancora cambiata, piena di odio e voglia di vendetta verso i Viandanti che a suo dire l’avevano tradita e verso gli assassini che l’avevano costretta alla fuga. Questo suo odio ha fatto si che nascessero i treant arancioni, molto più aggressivi degli altri perché guidati da volontà di distruzione. Con i suoi nuovi poteri scoprì anche che poteva allargare la foresta quanto voleva ma al tempo stesso che lei era legata alla foresta e quindi per spostarsi liberamente doveva espanderla. Se gli eroi non l’avessero fermata ora tutto l’Ardan potrebbe essere un enorme foresta.
I nostri eroi sentiti i discorsi di Laurus e Salice hanno capito quindi che Lilian sarebbe rinata in un posto della foresta che però a detta di Laurus era invisibile. Il frutto che aveva rubato Laurus poteva però essere la chiave per renderlo visibile. I guanti dove lui aveva tenuto nascosto il frutto si erano impregnati di potere divino e in un punto specifico del bosco si illuminavano. Laurus ha quindi consigliato di usare questa particolarità per fare un oggetto in grado di rilevare dove sarebbe rinata Lilian. Mentre dunque gli eroi si apprestavano a cercare l’oggetto giusto e il giusto procedimento per attivarlo l’attenzione di molti è stata deviata da Shin Tamar che per tutta la giornata li aveva aiutati da dietro le quinte. Decise infine di rivelarsi perché aveva delle cose da dire. Shin Tamar ha detto che la Voce non sta più seguendo il piano della Verità e che è indegna di ricoprire il ruolo di portavoce della Verità quindi ora i suoi scopi coincidono con i nostri ovvero annientare la Voce. Ha quindi deciso di rilevare tutto quello che ha fatto in passato. Ha avvisato che i sauridi si stanno radunando nei pressi dei Rimorsi Ambrati e ha spiegato cosa c’ è dietro la porta sempre chiusa dei Rimorsi Ambrati. A quanto pare a Rimorsi Ambrati ci sono due barriere magiche, una che possono attraversale solo i sauridi, come lui, e un ‘ altra che nemmeno lui è riuscito a superare. Ha detto anche che aveva comprato i golem da Vaita, discepolo di Emer, non per nuocere all’ Ardan ma per i suoi scopi.
È stato un pozzo di notizie e da uno della Verità che, per quanto ne sappiamo, non può mentire sono state informazioni molto utili. Ha detto inoltre una cosa che ritengo molto importante che venga condivisa. In pratica usare frammenti di mana ti permette di percepire dei sussurri della Verità; più se ne acquisiscono più questi sussurri diventano forti ed è possibile scrutare nei piani della Verità. Tuttavia, non bisogna esagerare in quanto l’uso di 10 frammenti di mana è come usare un cristallo e quindi si può essere soggetti al controllo da parte dei demoni. Quindi: usateli ma non arrivate mai a 10!
Un'altra informazione molto interessante che Shin Tamar ha detto è stata sui tre poteri del mondo. A quanto pare esistono tre poteri al mondo: il potere della Nebbia, il potere sulla Materia e il potere della Volontà. L’ arte geomantica è l’unione di tutti e tre questi poteri che sono normalmente preclusi alle razze superiori ma con l’uso dei cristalli possiamo come ampliarci e possiamo quindi usare questi tre poteri assieme. Le formule geomantiche sono ECO di conoscenze passate ormai perse.
Sicuramente approfondirò queste conoscenze e non vi nego che non mi dispiacerebbe mettere le mani su una pergamena geomantica, ma torniamo a noi.

Come se tutte queste informazioni non bastassero ad un certo punto si sono palesati un Duma e un Sauride che hanno detto di chiamarsi Scarlatto e Viridio. Questi due esseri a quanto pare fanno parte di un qualcosa noto come “Custodi della Stirpe” e dopo avermi fatto fare la figura dello scemo girandomi tutte le biblioteche dell’Ardan per trovare informazioni su di loro, loro hanno semplicemente voluto parlare a tutti i leader dicendo informazioni interessanti. A quanto pare anche loro come Shin Tamar sapevano di cosa sta accadendo ai Rimorsi Ambrati e sapevano delle due barriere. La prima permette, come già detto, l’accesso solo a chi ha sangue sauride mentre la seconda a quanto pare si apre solo dall’ interno che pare essere abitato. I Custodi sono venuti ad offrire un’alleanza all’ Ardan per contrastare quello che sempre più sembra essere un vero e proprio esercito sauride. I Custodi sarebbero disposti a farci passare la prima barriera per combattere i sauridi mentre loro entrano per uccidere il capo dei rivoltosi che sarebbe l’essere dietro la seconda barriera. Hanno chiesto però di entrare solo loro nella seconda barriera e questo non mi piace per niente. Perché solo loro? Chi o cosa c’ è dentro ai Rimorsi Ambrati? State pur certi che, con l’aiuto della gilda, cercherò di scoprirlo. Ad ogni modo i leader lì presenti pare che abbiano accettato quest’ alleanza perché la minaccia di un esercito Sauride non è da sottovalutare e, se dovesse scoppiare una guerra, un’alleanza serve più che mai.
Verso notte Laurus ha detto che sentiva i suoi poteri venire meno e la porta che avevo sigillato magicamente per nascondere il frutto da chiunque si è aperta lasciando entrare gli eroi che hanno quindi potuto trovare l’oggetto necessario per vedere dove sarebbe rinata Lilian. Era una lanterna che doveva essere ricaricata con le Nebbie e una volta caricata, avrebbe reagito con la Nebbia presente dentro Lilian mostrando dove sarebbe rinata. È stato quindi trovato il punto di rinascita ma essendo ormai notte inoltrata gli eroi hanno deciso di rimandare all’ indomani la scelta, se purificare Lilian cercando di salvare la Fey che era, come richiesto dal fratello Laurus, oppure se purificarla e basta in modo da poter rendere il potere del dio a Salice che lo avrebbe riportato a Radici Oscure.
L’ indomani gli eroi sono andati nel luogo dove sarebbe rinata Lilian e hanno capito che era protetto da un treant di quelli creati da Lilian chiamato Rovere che proteggeva il luogo. Hanno dovuto quindi trovare il modo di distruggere Rovere. In questo modo Lilian sarebbe rinata un’altra volta, ma stavolta se uccisa non avrebbe avuto un posto dove tornare e quindi sarebbe stata purificata. Restava da decidere se purificarla rendendo lo spettro di Lilian al corpo in modo da farla tornare Fey, come voleva Laurus o se purificarne solo l’essenza divina e lasciare Lilian morta, come voleva Salice. I nostri eroi hanno convenuto che ormai in parte fosse corrotto anche Laurus, infatti le sue corna da Fey riportavano viticci arancioni; per questo motivo hanno deciso di purificare l’essenza divina ma lasciare Lilian morta. Una volta trovato il modo di sconfiggere Rovere, Lilian è rinata ed è stata nuovamente pronta ad affrontarli ma una volta morta, stavolta era per sempre.
Come la prima volta al suo posto è nato stavolta un bonsai; un piccolo albero figlio del dio albero.
I treant guidati da Salice a questo punto hanno chiesto se potevano riportare il figlio del loro dio con loro e gli eroi hanno accettato.

Nel mentre i treant stavano per tornare a Radici Oscure si è manifestato un oracolo che ha voluto analizzare il bonsai per poi concludere che era tutto apposto. Alle domande degli eroi l’oracolo ha detto di farsi bastare il sesto racconto e che è sbocciato il primo dei 7 fiori. Gli eroi hanno ovviamente incalzato per saperne di più e l’oracolo sembrava intenzionato a dire qualcosa altro ma di punto in bianco si è zittito o è stato zittito e allora se ne è andato scuotendo la testa.

Cosa ci avrebbe voluto dire? Da chi è stato zittito e perché? Che vuol dire che uno dei 7 fiori è sbocciato?

Comunque, un altro problema risolto dai nostri eroi.
Quello di cui mi rammarico è che tutto questo problema è nato per colpa di un gruppo di Viandanti dell’ignoto troppo assetati di potere o ingordi che hanno voluto usare qualcosa che non hanno capito appieno e sono diventati un pericolo per gli altri. Voglio quindi in maniera ufficiale prendere le distanze da questo gesto e da quelle persone e voglio dichiarare pubblicamente Lilian e Laurus e tutti gli altri viandanti che erano con loro a Radici Oscure espulsi dalla gilda con disonore.
Vorrei ringraziare pubblicamente invece gli eroi tutti che ancora una volta hanno capito cos’ era meglio per il regno.

MORSTAIRE MORGENSTEN